homepage mappa sito invia mail
     
CONSORZIO
spaziatore
PARTNERS
spaziatore
SOCI
spaziatore
CONTATTI
spaziatore
MODULISTICA
spaziatore
SERVIZI
spaziatore
RICORSI ABF
spaziatore
AMMINISTRAZIONE
spaziatore
     
Giovedì 15 novembre 2018
Consorzio » Descrizione
spaziatore
Pricipali Criteri Operativi

Nel partecipare a Confidi Sicilia l’impresa sottoscrive una quota di capitale sociale e concorre alla costituzione, secondo le previsioni di legge e statutarie, del Fondo Rischi e del Monte Fidejussioni che insieme formano i cosiddetti Fondi di Garanzia mutualistica offerti all’ente finanziatore.

Mentre la fidejussione ha, nella prassi, più un valore formale di adesione all’idea solidaristica che un valore reale di garanzia, questa viene espressa sostanzialmente dal "fondo rischi" monetario o liquido.
La forza e la capacità effettive di ciascun Confidi, strettamente dipendenti dalla complessiva forza o debolezza delle singole imprese associate, si misurano in base all’entità del fondo rischi la cui consistenza determina la capacità di garanzia nei confronti con la banca.

La Regione Siciliana, per effetto di apposite leggi, raddoppia con propri contributi integrativi i conferimenti fatti al Fondo Rischi e al Monte Fidejussioni dai soci o da qualunque altro soggetto ampliando quindi le capacità operative e la forza contrattuale dei Confidi verso i finanziatori.
Il plafond massimo di credito garantibile per singola impresa ( anche se concesso da più banche) è fissato dalle leggi regionali vigenti.

Attualmente esso è pari a:

EURO 1.000.000,00 per le imprese industriali, alberghiere, commerciali, artigiane o di servizi.

I rapporti fra il Confidi Sicilia e le banche o gli enti finanziari sono regolati da apposite convenzioni che definiscono fra l’altro:

a) la percentuale di rischio gravante sul confidi e sulla banca (per esempio normalmente il 50% per le operazioni a breve termine );

b) il rapporto (il c.d. moltiplicatore) intercorrente tra il totale dei fondi di garanzia e il totale degli affidamenti garantiti che possono esser concessi;

c) le forme tecniche delle operazioni finanziarie praticabili e le relative condizioni di tasso e accessorie.

Occorre tener presente che, in base alle leggi vigenti in Italia, la " raccolta del risparmio e l’esercizio del credito" sono delegate in maniera esclusiva alle banche e/o alle società finanziarie assoggettate a particolare disciplina e controlli.
I Consorzi Fidi non rientrano in tali categorie ma in quella di "prestatori di garanzie" (ovviamente sui crediti da quelle concesse alle imprese associate).
Occorre ancora porre in evidenza che la partecipazione dell’impresa al Confidi non configura per ciò stesso un diritto da parte di essa ad ottenere credito ma soltanto la facoltà di richiederlo, essendo ovviamente la concessione del credito ( e della garanzia a fronte) correlata alla valutazione (rating) da parte della banca (e del Confidi) del merito del credito.
Confidi Sicilia © 2009 | Tutti i diritti riservati | P. IVA 01436940835 | Condizioni di utilizzo | Privacy | Web Design: AMS Consulting S.r.l.